Incidenza, eziologia e prognosi dei mesoteliomi in Piemonte

Incidence, etiology and prognosis of mesothelioma in Piedmont

OBIETTIVI GENERALI E SINTESI PROGETTO

Misurare l'incidenza del mesotelioma maligno e definire l'esposizione ad amianto dei casi, attraverso la raccolta di informazioni anamnestiche sull'esposizione ad amianto e la loro valutazione.

Fornire i dati richiesti dal Registro Nazionale Mesoteliomi (ReNaM), costituito presso l’INAIL ai sensi del D.Lgs. 81/2008, essendo il Registro dei Mesoteliomi Maligni del Piemonte (RMM) il centro operativo regionale del ReNaM.

Valutare la sopravvivenza dei casi, la sua relazione con le loro caratteristiche e descrivere le modalità di assistenza e trattamento.

Contribuire al raggiungimento degli obiettivi del Piano Regionale per la Prevenzione, azione 6.2.2. (coordinare i sistemi di registrazione di tumori ad alta frazione eziologica e attivare un sistema orientato all’emersione dei tumori a bassa/media frazione eziologica).

MATERIALI, METODI E RISULTATI ATTESI

L'attività del RMM si svolge in modo continuativo attraverso la raccolta delle segnalazioni, completata dalla successione di più fasi di ricerca attiva.

  • Rilevazione dei casi con diagnosi istologica o citologica presso i reparti di chirurgia toracica, di pneumologia e i servizi di Anatomia patologica del Piemonte. La ricerca ordinariamente ha cadenza settimanale e coinvolge gli ospedali dove sono concentrate risorse specializzate nella diagnosi e nel trattamento del mesotelioma. In tutti gli ospedali della Regione viene effettuata una rilevazione supplementare annuale attraverso gli archivi dei servizi di Anatomia patologica.
  • Identificazione dei casi di mesotelioma non documentati da un esame isto- o citologico, sulla base dell’archivio delle Schede di Dimissione Ospedaliera (SDO) e delle certificazioni di morte. Sono selezionati dagli archivi SDO e, in parte, dall’archivio delle cause di morte i casi con codice diagnosi  corrispondenti alle neoplasie primitive della pleura e del peritoneo o ai mesoteliomi. Per i casi non già noti al Registro viene richiesta e valutata la documentazione clinica.

I casi sono intervistati per raccogliere informazioni sulle loro esposizioni, come richiesto dalle linee guida del ReNaM.

Per tutti i casi viene periodicamente aggiornato lo stato in vita mediante ricerca anagrafica, in modo da determinare la sopravvivenza dopo la diagnosi. Sono raccolte e registrate informazioni sui principali predittori della sopravvivenza: condizioni generali, comorbidità, stadio e trattamento.

STATO DI AVANZAMENTO AL 31/12/2018

Progresso attuale dei lavori.

  • Rilevazione nuovi casi incidenti negli ospedali e reparti ad alta specializzazione per la diagnosi e la cura del mesotelioma: attività svolta in modo continuo nel 2018.
  • Intervista dei casi: attività svolta in modo continuo nel 2018.
  • Rilevazione sistematica degli esami isto- e citologici presso i servizi di Anatomia patologica, fino al 31/12/2017: in corso.
  • Estrazione dei ricoveri 2016 di possibili casi dagli archivi SDO e valutazione della loro documentazione clinica: completata.
  • Analisi dei tassi di incidenza di mesotelioma a tutto il 2016: completata.
  • Studio di sopravvivenza dei casi a tutto il 2016: completata.
  • Valutazione delle esposizioni dei casi a tutto il 2016: completata.
  • Trasmissione dati a tutto il 2015 al ReNaM: completata.
  • Pubblicazione statistiche a tutto il 2016 sul sito web CPO: in preparazione.

L'incidenza di mesotelioma maligno della pleura è aumentata costantemente fino al 2010 circa per poi stabilizzarsi, sia negli uomini che nelle donne. L'incidenza di mesotelioma peritoneale è assai inferiore e stabile.

RISORSE E FINANZIAMENTI

L’attività rientra nelle funzioni istituzionali del CPO.

COLLABORATORI

Dario Mirabelli, Manuela Gangemi, Carol Brentisci, Antonella Stura, Milena Maule, Marco Gilardetti, Claudio Sacchettini.

PUBBLICAZIONI

- Marinaccio A, Corfiati M, Binazzi, A, et al. The epidemiology of malignant mesothelioma in women: gender differences and modalities of asbestos exposure. Occup Environ Med. 2017 doi: 10.1136/oemed-2016-104119.
- Corfiati M, Scarselli A, Binazzi A, et al. Epidemiological patterns of asbestos exposure and spatial clusters of incident cases of malignant mesothelioma from the Italian national registry. BMC Cancer 2015; 15: 286.
- Marinaccio A, Binazzi A, Bonafede M, et al. Malignant mesothelioma due to non-occupational asbestos exposure from the Italian national surveillance system (ReNaM): epidemiology and public health issues. Occup Environ Med 2015; 72: 648-655.
- Nicita C, Buzzoni C, Chellini E, et al. A comparative analysis between regional mesothelioma registries and cancer registries: results of the ReNaM-AIRTUM project. Epidemiol Prev 2014; 38: 191-9.
- Binazzi A, Scarselli A, Corfiati M, et al. Epidemiologic surveillance of mesothelioma for the prevention of asbestos exposure also in non-traditional settings Epidemiol Prev 2013; 37: 35-42.
- Magnani C, Fubini B, Mirabelli D, et al. Pleural mesothelioma: epidemiological and public health issues. Report from the Second Italian Consensus Conference on Pleural Mesothelioma. Med Lav 2013; 104: 191-202.
Ulteriori pubblicazioni sono riportate nella scheda 4.001.