Valutare e migliorare le azioni di sanità pubblica previste dal Piano Regionale di Prevenzione (PRP) tramite l’adozione di procedure standardizzate, accurate ed eticamente ineccepibili. Questo l'obiettivo dell'audit in fase di svolgimento presso le Aziende Sanitarie Locali le cui linee di indirizzo sono state recentemente stabilite da un'apposita Determinazione dirigenziale (DD).

La DD 16 maggio 2017, n. 326, “Approvazione delle linee di indirizzo e della documentazione a supporto dello svolgimento degli audit sperimentali del Piano di Prevenzione 2014-2018 della Regione Piemonte (programma 10 - Governance)”, descrive in dettaglio il modello operativo di audit sperimentale adottato dalla Regione Piemonte derivante dalle linee guida sia dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) statunitensi sia dello European Centre for Disease Control and Prevention (ECDC).

I principali obiettivi del processo di auditing sono i seguenti:

  • garantire un sistema di monitoraggio e supporto alla piena realizzazione del PRP e dei Piani Locali di Prevenzione (PLP);
  • acquisire nuove conoscenze sulle attività oggetto dell’audit per il miglioramento delle attività in corso e la predisposizione della programmazione futura;
  • migliorare o mettere a punto i processi di governance dei PLP;
  • influire sulle competenze dei partecipanti attraverso la partecipazione e il cambiamento, anche mediante processi di auto-valutazione.


Per saperne di più: