Epidemiologia clinica

L’articolazione applica i principi e i metodi dell’epidemiologia e della statistica a supporto della ricerca clinica su quesiti preventivi, prognostici, diagnostici e terapeutici, per migliorare la validità e l’utilità pratica delle evidenze prodotte, offrendo la struttura metodologica di riferimento per favorire un uso critico delle migliori evidenze disponibili a supporto di decisioni in ambito clinico (Evidence-based medicine, EBM) e, più in generale, per informare le scelte in ambito sanitario (Evidence-based health care).

Gli obiettivi generali dell'Epidemiologia clinica, in sinergia con l’articolazione Rete oncologica, sono riconducibili alle seguenti funzioni istituzionali del CPO Piemonte:

  • condurre progetti di ricerca e di valutazione su aspetti rilevanti per la qualità dell’assistenza oncologica regionale;
  • collaborare con gruppi multidisciplinari nell'ambito della ricerca sistematica in letteratura, nello sviluppo di linee guida cliniche basate sull'evidenza e nell'individuazione di percorsi di cura del cancro;
  • offrire consulenza epidemiologica e statistica nella fase di progettazione, conduzione e analisi a unità e servizi clinici e diagnostici impegnati nel campo della ricerca clinica oncologica;
  • fornire, in una dimensione di popolazione, i dati relativi all'uso dei servizi diagnostici e terapeutici, all'accesso ospedaliero e alla sopravvivenza dei pazienti affetti da cancro, attuando confronti interni e con altre Regioni e/o Paesi e indicando altri aspetti utili alla pianificazione sanitaria e alla programmazione del Servizio Sanitario Regionale;
  • collaborare con organismi nazionali e internazionali (ad es. Ministero della Salute, Osservatorio Nazionale Screening, EUSOMA, Senonetwork, IARC, OMS, Commissione Europea) nella produzione di dati di qualità e di esito relativi alla prevenzione secondaria e all'assitenza oncologica;
  • promuovere iniziative di formazione e aggiornamento per favorire un uso migliore di metodi quantitativi, statistici ed epidemiologici nella governance clinica delle strutture della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta.

Tra le diverse attività svolte, in particolare, si segnalano le seguenti.

  • L’analisi dei dati sanitari correnti, con la produzione periodica di indicatori di attività di ricovero oncologico e di utilizzo delle prestazioni ambulatoriali di radioterapia, di tomografia a emissione di positroni (PET)/tomografia computerizzata (TC) e la ricostruzione delle storie assistenziali dei pazienti residenti in Piemonte. E’ in fase di sviluppo la produzione di indicatori di processo ed esito relativi ai nuovi casi di tumore tra i residenti in Piemonte, in linea con l’impianto analitico previsto dal Programma Nazionale Esiti (PNE).
  • Il consolidamento del progetto EPICLIN, il sito gestito dal CPO Piemonte la cui la finalità principale è potenziare la conduzione delle ricerche cliniche attraverso l'informatizzazione della raccolta dati nei trial clinici multicentrici in oncologia ed ematologia, fornendo un supporto metodologico a gruppi di ricerca e considerando in modo prioritario gli studi con obiettivi non commerciali.
  • La diffusione della medicina basata sulle prove di efficacia (EBM), finalizzata a favorire il trasferimento della ricerca nella pratica clinica e la conduzione di studi di valutazione e promozione della qualità dell’assistenza in oncologia. In tale ambito si colloca anche la produzione di linee guida riguardanti i tumori a più elevata incidenza e la collaborazione ad attività di Health Technology Assessment (HTA).
  • La collaborazione con IARC, OMS e Commissione europea (ISPRA) nell'ambito della produzione di linee guida cliniche.

 


Approfondimenti web