Registro tumori

A questa articolazione afferiscono il Registro Tumori Piemonte (RTP), la struttura che raccoglie ed elabora informazioni su tutti i casi di tumore maligno che insorgono nella popolazione, il Registro Tumori Infantili (RTI) e il Registro Mesoteliomi Maligni (RMM). 

Fondato nel 1965 da Enrico Anglesio, il RTP produsse stime di incidenza per il quinquennio 1965-69 che, riguardate alla luce dell’esperienza successiva, appaiono oggi sorprendentemente attendibili. Difficoltà tecniche legate alle caratteristiche e al costo della rilevazione, allora completamente manuale, impedirono la prosecuzione di quell’esperienza che riprese poi su basi più solide dal 1985 relativamente alla città di Torino, fu successivamente ampliata alla provincia di Biella ed è stata ora estesa alla provincia di Vercelli e all’Area Metropolitana di Torino. Attualmente, quindi, il Registro copre oltre il 60% della popolazione residente in Piemonte.

Il RTP è stato riconfermato nella propria funzione dalla Regione Piemonte con L.R. n. 4 dell'11 aprile 2012 "Disciplina dei Registri regionali di rilevante interesse sanitario" ed è quindi autorizzato a operare anche ai sensi dell'art. 20 del D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali".

Le fonti usate nell'ambito dell'attività del RTP sono diverse: cartelle cliniche, archivi di anatomia patologica, schede di dimissione ospedaliera, certificati di morte e qualsiasi altra fonte utile all’identificazione e alla definizione dei casi.

Le informazioni raccolte riguardano la sede, il tipo istologico e lo stadio della neoplasia e le modalità diagnostiche; oltre alla registrazione dei casi di cancro il RTP effettua periodicamente il follow up dei casi registrati e ne controlla lo stato in vita per definire la sopravvivenza da tumore.
 

   >> Registro Tumori Infantili

   >> Registro Mesoteliomi Maligni
 


Documenti CPO Piemonte
 

Riferimenti normativi
 

Approfondimenti web