Articolazioni

Il Centro di Riferimento per l'Epidemiologia e la Prevenzione Oncologica in Piemonte (CPO Piemonte) è funzionalmente organizzato nelle seguenti articolazioni.
 

  • Epidemiologia eziologica
    Conduce ricerche sulle potenziali cause del cancro attraverso studi analitici riguardanti, in particolare, il rischio conseguente all’esposizione a cancerogeni negli ambienti di vita e di lavoro.
     
  • Epidemiologia clinica
    Fornisce alla comunità scientifica, clinica e normativa, in particolare ai servizi sanitari a livello regionale, collaborazione metodologica e statistica nel campo della ricerca e garanzia di qualità clinica in oncologia. Produce report di popolazione regionale sull'uso dei servizi sanitari oncologici (diagnosi, trattamento e ospedalizzazione).
     
  • Prevenzione primaria
    Fornisce il supporto metodologico alle Aziende Sanitarie Regionali (ASR) per la pianificazione, l'attuazione e la valutazione di impatto di interventi di prevenzione primaria rivolti alle persone (ad es. correzione degli stili di vita, alimentazione, attività fisica) e dedicati agli ambienti di vita e di lavoro.
     
  • Prevenzione secondaria
    Offre il supporto metodologico, scientifico e operativo alle ASR per la pianificazione, l'attuazione e la valutazione di interventi di prevenzione secondaria (screening) in ambito oncologico; effettua, inoltre, attività di formazione e di ricerca nell’ambito degli screening oncologici.
     
  • Registro tumori
    Riunisce l'attività svolta dal Registro Tumori Piemonte, dal Registro tumori infantili e dal Registro mesoteliomi maligni. Raccoglie sistematicamente i dati su tutti i casi di nuova diagnosi di tumore e produce statistiche di incidenza, prevalenza e di sopravvivenza; collabora, inoltre, a studi epidemiologici su scala regionale, nazionale e internazionale.
     
  • Rete oncologica
    Attua principalmente una funzione di collegamento tra le diverse attività del CPO Piemonte attinenti alla pianificazione e alla valutazione dell’assistenza oncologica e le istituzioni regionali che esercitano un ruolo di governo della rete assistenziale.